Due persone di cui Machiavelli sarebbe davvero fiero. Anni dopo Lost, ho trovato in Frank Underwood un altro cornerstone. Cinismo o nichilismo sono due metodi spicci per liquidare due character che hanno la dignità di romanzo. Quando una serie è interessante, ti interessa. E non sai dove andrà a finire. Forse il pubblico italiano è […]

Read More →

Sugli zombie si e’ gia’ detto tutto, e alla fine la minestra e’ sempre quella. Ci voleva un grande lavoro di regia e sceneggiatori per produrre un gioiellino che brilla nel piattume devastante della televisione attuale. Ho un’ora giusta di tempo libero, la sera. Sprecarla con le battute da villaggio Veraclub di Fiorello risulterebbe sconfortante. […]

Read More →

a tutti quelli che dicono io la televisione non la guardo questa serie e’ un capolavoro assoluto sotto ogni punto di vista. Attori, narrazione, colonna sonora, plot, montaggio, dettagli, scene in digitale. continua il cammino di La sottile linea rossa o Full Metal Jacket o Apocalypse Now sul piccolo schermo, in HD con tanto di […]

Read More →

Dubbio peloso: perché non si vede il calcio in chiaro? Perche’ domanda e offerta non si incontrano Sara’ mica che qualcuno ha interesse a far comprare i decoder di Mediaset Premium (o Sky) ?

Read More →

la scheda del digitale terrestre è scaduta, e i soldi di Inter sono finiti nelle tasche di Mediaset, senza colpo ferire. un evento anacronistico in pochi anni, poi, il costo di una partita è passato da 3 a sei euro. questa tecnologia zoppa non smette di stupire

Read More →

Piersilvio Berlusconi minaccia di non pagare la Lega Calcio, siccome la RAI viola l’esclusiva di Mediaset sulla Serie A, diffondendo dentro a “quelli che il calcio” le voci dei radiocronisti. Stavolta il flusso di contenuti è da-loro a-me. “Se l’ente dello Stato governato dal proprietario del Milan, non smetterà di comunicare in diretta i risultati […]

Read More →