Quando compri settegiorni, hai sempre un tuffo al cuore: scopri che, nell’Altomilanese, la gente muore. Soprattutto che vengono a mancare non i farabutti, i grassatori: muoiono le persone per bene, amate da tutti, che lasciano un vuoto incolmabile nella comunitÓ.  

Read More →

La mia giornata, raccontata in modo un po’ pi¨ asciutto, e non da Joyce. fai la doccia prima di andar a letto e si blocca la caldaia un sovraccarico in serata lascia il videocitofono in mansarda sempre acceso. Lo smuro appena prima di bruciare esco prima, ma i treni sono soppressi. Per arrivare a Corbetta […]

Read More →

Sono passati 5 anni e un universo Ŕ cambiato. Troppo difficile definire, soppesare. Ho controllato un post di 5 anni fa: eravamo al lago, in una esplosione di colori. Oggi qua Ŕ tornato l’autunno, ho saputo che un collega simpaticissimo Ŕ stato a sua volta adottato. E tutte le sere prima di andare a letto […]

Read More →

L’altro giorno ho avuto un viaggio mistico.Un istante di divagazione e evasione dal corpo, ebbro di gioia. Stavo guidando, stava arrivando un temporale. Il giorno prima aveva nevicato molto in montagna: l’aria era fresca. Rincasavo dalla stazione, verso le 20. C’era una luce radente splendida, nuvoloni minacciosi. Pensavo a come amo mio figlio, a come […]

Read More →