Arriva l’inverno e spieghi a tuo figlio cosa sia il solstizio. Immagini di arrivare ad un analemma, ma ti fermi. Ti appassioni alla storia del Titanic, ai suoi mille dettagli. Allora decidi di noleggiare in biblioteca un libro per bambini. E’ difficile adattare il tuo registro linguistico, definire il modo per esporre i concetti. Farsi […]

Read More →

Mentre Trump vaneggia di fottersene dell’ambiente e si prostra ai produttori di auto, noi siamo andati online con il nuovo inter.it. Pensavo peggio. Il giorno dell’online abbiamo retto, e la prima partita anche. Il mood è ottimo, perché l’INTE sta vincendo dalla metà di dicembre. Il vero ostacolo subentra però con l’ambiente di aggiornamento: prima […]

Read More →

Dopo settimane di forzosa inattività torno a muovermi, a spostarmi. A lavorare. Qui fa freddo, è tutto grigio e brina. Ma ricomincio a pulsare, camminando piano. E’ una grande soddisfazione scoprire che Alvaro Soler ed Emma hanno ambientato un loro video clip nella maremma viterbese, tra Vulci, Cellere e Pianiano

Read More →

Ecco questo dicembre 2016:  12 giorni di nebbia consecutivi, senza vedere il sole. Vai a pattinare, ti muovi come un bradipo premuroso ma ti investono da dietro; ti ritrovi il gomito come un melone, dopo un cloc inquietante. Poi il destino ti porta ad incontrare, col tuo incedere guardingo, un tombino mezzo sfondato e uno […]

Read More →

Sembra un paradosso. Questo motivo degli U2 è famosissimo. Loro stessi ne hanno fatto tre video clip diversi. Quello su Berlino Est era il mio preferito. Seguito da quello sui bisonti. Ma questo anonimo ha aggiunto, a testi e melodia ineccepibile, un commento visivo agrodolce, suggestivo ed evocativo. Che mi ha colpito. Tanti gli spunti […]

Read More →

Adesso in modo del tutto acritico elenco alcune date. Una serie. Senza velleità cabalistiche. Luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre. Novembre. Novembre II. Come mai la deadline di consegna di un progetto si sposta così in avanti? Com’è stata fatta l’analisi preliminare? Forse è tutto così maledettamente complicato, o forse è il momento di fare autocritica. […]

Read More →

Ma attenzione, occorre pelo sullo stomaco per mischiare testo e HTML, contenuto e rappresentazione. Si fa così … e facciamo tutti un passo indietro Go to application/config/grocery_crud.php and modify this //You can choose ‘ckeditor’,’tinymce’ or ‘markitup’ $config[‘grocery_crud_default_text_editor’] = ‘tinymce’; //You can choose ‘minimal’ or ‘full’ $config[‘grocery_crud_text_editor_type’] = ‘minimal’;  heruprambadi: By default groceryCRUD use CKEditor, instead of […]

Read More →

Grande cliffhanger tra la VI e la VII stagione, anche troppo spinto. Ma ormai la realtà ha superato la fantasia. Non tanto perché Trump è diventato presidente(In tempi non sospetti l’avevo previsto con mia moglie e amici. Come per Silvio, l’elettore medio si vergogna di professare la sua preferenza ai sondaggisti) Ma perché Moby ha già […]

Read More →

Un killer dislessico in una Oslo coperta lunare e ricoperta di neve. Siamo nel 1977, il traffico di droga impazza e c’è da liquidare la moglie del boss. Questo libro è scritto in maniera asciutta, essenziale. Frasi minime, poche figure retoriche. Plot lineare. Senza grandi sussulti si arriva in fondo. Un voto a sufficienza. L’unico […]

Read More →